Articoli

ATTENZIONE – False PEC per avvisi di addebito attribuibili al Comune - VIRUS

ATTENZIONE – False PEC per avvisi di addebito attribuibili al Comune - VIRUS

ATTENZIONE – False PEC per avvisi di addebito attribuibili al Comune - VIRUS

Si comunica che in questi giorni numerose imprese in tutta Italia stanno ricevendo messaggi di posta elettronica aventi ad oggetto “Avvisi di addebito” in apparenza attribuibili al Comune di Maracalagonis.

In particolare, i suddetti messaggi risultano inviati tramite alcuni indirizzi di posta certificata (PEC) appartenenti all’ Ente, con i quali si avvisano i destinatari di presunte irregolarità contributive.

Il testo del messaggio si conclude con l’invito a cliccare su un link per accedere al dettaglio delle dichiarate irregolarità, dal quale però non si accede a nessun indirizzo ufficiale del Comune ma al contrario il rischio è che il link rimandi a qualche sito, dal quale viene automaticamente scaricato un software maligno (malware). Si tratta dell’ennesimo tentativo per acquisire dati dalle aziende o di introdurre virus nei sistemi informatici.

Ecco il fac-simile del messaggio:

 “Avviso di addebito n. xxxxxxxxxxx – Gestione Aziende con lavoratori dipendenti”

“Spett. …

Con la presente si notifica di aver proceduto al controllo della posizione contributiva sopra riportata relativamente a: Emissione da x/y.

L’avviso di addebito n. … che costituisce titolo esecutivo ai sensi dell’art. 30, comma 1, del DL n. 78/2010 convertito con modificazioni in Legge n. 122/2010, è allegato alla presente e riguarda i contributi accertati e dovuti a titolo di Gestione Aziende con lavoratori dipendenti per l’importo totale, comprensivo delle spese di notifica e degli oneri di riscossione, di: …,00. euro

Il dettaglio e le motivazioni sono riportate nella sezione “DETTAGLIO DEGLI ADDEBITI E DEGLI IMPORTI DOVUTI” dell’avviso di addebito sopra identificato.

Per chi ha ricevuto o dovesse ricevere un messaggio di posta di tale natura, si raccomanda di non cliccare sul link e in generale di diffidare dai messaggi con segnalazioni di irregolarità e richieste di denaro.

Si chiede, altresì, di segnalare le mail sospette. L'Ente da canto suo ha già provveduto ad informare la Polizia Postale.

Si ricorda, infine, a tutti i cittadini e gli interessati di non dare seguito a richieste ambigue che arrivino via email e che l’unico link per accedere alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni del Comune è quello del proprio sito ufficiale.

Condividi: